Voci dal Territorio

Attraverso alcune significative voci dal territorio la Fondazione intende mantenere viva l’attenzione sul fenomeno Vaia dell’ottobre 2018, che “ha riportato tutti con i piedi per terra” mettendo in luce la coscienza della fragilità del nostro territorio, fornendo la misura del cambiamento climatico in atto e provocando determinanti effetti economici e sociali per chi abita la montagna bellunese.

Luca Luchetta

Presidente dell’Ordine degli ingegneri della Provincia di Belluno

 
Vaia ha provocato danni ambientali eclatanti ma anche effetti profondi sul sentire della popolazione, più difficili da cogliere. Valore delle risorse dedicate a pianificazione a lungo termine e manutenzione del territorio di montagna, in particolare per il territorio Agordino in relazione al dissesto idrogeologico.
Cura del territorio significa contrasto allo spopolamento, maggiore identità per chi abita la montagna, consente di ripensare e trasmettere una proposta che crea indotto economico e può essere volano turistico di valore

Giuseppe Casagrande

Sindaco di Pieve di Cadore

 
Segno profondo lasciato da VAIA: ci avrebbe dovuto costringere a parlarne per anni, ma la memoria è stata rimossa dalla attuale crisi Covid. Vivere “in verticale” è di gran lunga più duro e difficile di vivere “in orizzontale”: è possibile vivere meglio in montagna, è un traguardo da guadagnare mettendo in conto il “vivere in verticale”; RETE di Regole Comune e privati: esperienza positiva propedeutica ad ottenere risultati e affrontare difficoltà create da Vaia.

Michele Da Pozzo

Direttore del Parco Regionale delle Dolomiti d’Ampezzo

 
Biodiversità vuol dire resilienza. La multifunzionalità del bosco è evidente in valli meno turistiche in cui la produzione di frutti e funghi supera il valore commerciale del legname; chi vive la montagna attraverso il mantenimento dei pascoli e l’attività silvo-pastorale sente il bosco in modo diverso rispetto a chi lo frequenta in senso turistico; se per i turisti alcune aree danneggiate sono oggi completamente interdette, Vaia ha creato un’occasione di studio unica sotto il profilo naturalistico e faunistico.

Organizzazione progetto
Organizzazione progetto