La Schiara dalla Val de l'Ardo

La Schiara dalla Val de l’Ardo

 

Aspetti geologici, geomorfologici, antropici e paesaggistici nella Val de l’Ardo e Val del Medón – Gruppo della Schiara (Dolomiti Bellunesi, Sistema n. 3 di Dolomiti UNESCO), in occasione del centenario della 1° salita della Gusèla del Vescovà

in collaborazione con CAI sezione “F. Terribile” di Belluno, Fondazione Dolomiti, Dolomiten, Dolomites, Dolomitis UNESCO, Comunità Montana Belluno Ponte nelle Alpi, Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, AIIG

Corso interdisciplinare di Geografia, intesa come crocevia di scienze diverse, sull’ambiente montano, con escursioni sul territorio, per imparare ad osservare il paesaggio, riconoscerlo come insieme di elementi in relazione tra loro; comprendere che esso cambia nel tempo. E’ anche scopo del corso preparare dei formatori in grado di accompagnare dei gruppi sugli stessi luoghi.

Responsabile scientifico: prof. G.B. Pellegrini (già docente di Geormofologia dell’Università di Padova, Fondazione G. Angelini)

Periodo. Venerdì 5 luglio: introduzione teorica (dalle ore 14.00 alle 19.00); sabato 6 e domenica 7 luglio 2013 (dalle ore 8.00 alle 17.00): escursioni sui luoghi. Autorizzazione USRV (Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto)

Docenti/relatori corso: G.B. Pellegrini (già docente di Geomorfologia Università PD – Fondazione G. Angelini), Danilo Giordano (geologo), Franco Viola (già docente di Ecologia, Università PD – Fondazione G. Angelini), Luigi D’Alpaos (docente di Idraulica, Università PD – Fondazione G. Angelini), Cesare Lasen (geobotanico, Unità di coordinamento e Consiglio scientifico Fondazione Dolomiti UNESCO), Michele Cassol (dottore forestale, presidente Ordine Agronomi-Forestali provincia di BL), Carlo Mondini (esperto Preistoria, Associazione Amici del Museo BL), architetto paesaggista e altri esperti.

Argomenti: Geologia e Geomorfologia del Vallone Bellunese e della Val de l’Ardo. Evoluzione dei versanti e frane. Insediamenti nella preistoria. Insediamenti in tempi storici antichi e recenti. Aspetti naturalistici dell’area visitata, parte del PNDB. Toponomastica e storia alpinistica. Le Dolomiti patrimonio dell’Umanità riconosciute da UNESCO: opportunità di valorizzazione del territorio con forme di turismo culturale e sostenibile. Proposta di itinerario ad anello in Val de l’Ardo e Val del Medón e di un progetto di turismo sostenibile.

Destinatari: docenti di ogni disciplina delle scuole di ogni ordine e grado, formatori CAI, guide ambientali, turistiche o naturalistiche, responsabili gruppi ambientali, tecnici degli enti locali, operatori turistici

Luoghi del corso: Case Bortot e dintorni; gola dell’Ardo e Buss del Busón; Pont de Mariano; Pont de la Farsóra, Pont de la Mortìss, Vial ,Val del Medón, La Fossa, Schirada.