Descrizione

Il caso del progetto Energianova al rifugio Bosconero in Val di Zoldo.

Ediz. Fondazione G. Angelini, 2020

Pagine: 56, n. 29 foto e disegni a colori

Dimensioni: 17 x 24 cm

“Negli ultimi venti anni si è andato sempre più affermando il concetto che i rifiuti solidi e liquidi da problema (economico, tecnico, ambientale) possono trasformarsi in opportunità. Opportunità di cambiare modelli di vita – cercando di ridurne, ad esempio, la quantità o di migliorarne la qualità – e di sfruttare le risorse in essi racchiuse. L’idea di applicare il sistema ai rifugi alpini fu immediata. Un rifugio rappresenta un naturale impianto pilota, piccolo, controllabile e suscettibile di ricevere vantaggi dall’applicazione del sistema.” dalla prefazione di Raffaello Cossu, ideatore del progetto “Energianova” e dell’impianto di gestione e di depurazione dei rifiuti installato presso il rifugio Bosconero, a 1480 m di quota in val di Zoldo, e curato dalla Fondazione G. Angelini. Il progetto rappresenta un modello nel panorama della sostenibilità ambientale per i rifugi distribuiti nelle Dolomiti oltre che nell’intero arco alpino e può costituire un reale riferimento anche per i nuclei insediativi della realtà montana bellunese.