Project Description

Il fondo G.B. Pellegrini (geomorfologo) è costituito da circa 700 documenti di materiale bibliografico piuttosto vario, dedicato ad alcune principali tematiche come la stratigrafia, la paleontologia, l’idrologia, il carsismo e le variazioni climatiche. E’ composto principalmente da monografie, periodici, numerosi estratti dalle maggiori riviste di geologia, in lingua tedesca e inglese, raccolti in occasione di congressi tenuti all’estero, ma che riguardano prevalentemente alcune aree montuose della penisola italiana, con particolare attenzione alle Alpi e Prealpi bellunesi su argomenti quali la Val del Mis, la conca dell’Alpago, i conglomerati di Cavessago (BL), l’antico corso del Piave in Val Lapisina ecc. Molti suoi scritti sono contenuti nella rivista “Geografia fisica e Dinamica del Quaternario”di cui, tramite la sua donazione, sono state colmate delle lacune, così che l’intero corpus è ora consultabile. Contiene anche ad alcune tesi di laurea seguite dal prof. Pellegrini durante la propria carriera accademica. Ad esso si aggiungono circa 1.000 carte tematiche, ancora in fase di consultazione.

Il prof. Pellegrini è attualmente membro del Consiglio Scientifico della Fondazione, alla quale si è sempre dedicato con passione e impegno, guidando in particolar modo i Corsi annuali di formazione di Geografia per insegnanti, guide e tecnici degli Enti locali con una metodologia scientifica di approccio al territorio montano, analizzato a 360 gradi e in modo multidisciplinare. La dedizione di G.B.Pellegrini per l’ambito di interesse della Fondazione, sotto il profilo geologico e geografico, ma non solo, è sicuramente connesso anche alle origini bellunesi del geologo. Solo per citare una delle numerose opere si veda, a tale proposito, la redazione della Carta Geologica d’Italia, Foglio 063, di Belluno.

Il fondo è interamente consultabile in SBN.