Escursioni nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Domenica
23
ottobre

VAL DE PIERO – CAJADA

La Stanga – F.lla Odèrz – Rif. VII Alpini – F.lla Caneva – Pian de le Stèle – Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Alla vigilia dei 30 anni dalla nascita del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi (1993 – 2023) proponiamo una traversata integrale del gruppo della Schiara. Un omaggio a Piero Rossi (uno dei principali promotori della nascita di un Parco).

Con partenza da località La Stanga, quota 430 m, si risale la Val de Piero lungo il sentiero C.A.I. 502 (Difficoltà: EEA – Escursionisti Esperti Attrezzati) per raggiungere Forcella Odèrz (1716 m) e il rifugio 7° Alpini (1502).

A seguire, con il sentiero C.A.I. 505, l’itinerario percorre in salita il canale che conduce a Forcella Pis Pilón, quota 1733 m e i prati d’alta quota verso Forcella Càneva, quota 1849 m. In discesa nella foresta di Cajada e il Pian de le Stèle (= i frammenti della scortecciatura dei tronchi).

Ritrovo: Località La Stanga (Sedico) ore 07:00

Difficoltà: EEA – Escursionisti Esperti Attrezzati
Dislivello in salita: 1600 m ca.
Durata: 9 ore ca.
Costo: 40 €
Accompagnatori: Paolo Conz, Guida Alpina – Dolomiti Guides, Guida Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi –
Marco Triches, Guida Ambientale Escursionistica – Balza del Sole , Guida Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Iscrizione obbligatoria entro: Venerdì 21 Ottobre

Portare: Scarponi, Kit ferrata, imbraco, casco, pranzo al sacco, acqua (2 litri)
Pranzo al sacco

L’escursione verrà confermata al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

Domenica
13
febbraio

Una giornata remota a Gena

Zimón de Gena (Valle del Mis) – Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Escursione cartografica nei dintorni di Gena Alta (Valle del Mis, Monti del Sole). L’escursione prevede la salita al Zimón de Gena (quota 1465 m) e il monitoraggio dei principali sentieri che conducono al Cógol de la Loréza, forcella Zana – Bivacco Valdo (CAI 871), Piscalór e il Campanìl de Gena.

L’escursione è parte di un progetto per lo studio, la conoscenza e il monitoraggio delle antiche vie di transito e dei sentieri adoperati dai valligiani bellunesi nella loro vita quotidiana. Una vasta rete sentieristica, con alterne fortune, è tutt’ora rintracciabile nelle montagne. Le escursioni cartografiche sono un’esperienza del nostro patrimonio montano; un momento di studio tecnico di topografia, cartografia, orientamento; e uno strumento di monitoraggio dello stato attuale delle reti sentieristiche storiche. 

Agli escursionisti verranno fornite tavole cartografiche del territorio.

L’itinerario prevede la salita a Gena Alta (quota 800 m) e la perlustrazione dei sentieri che da lì si dipartono e conducono al Zimón de Gena, Forcella Zana (CAI 871) e a Piscalór. 

L’escursione verrà accompagnata da letture tratte da Ettore Castiglioni e Pietro Sommavilla.

Ritrovo: Località Gena Bassa (Sospirolo) ore 08:00

Rientro: ore 16:00 circa
Difficoltà: E (escursionistico)
Dislivello in salita: 1000 m ca.
Durata: 8 ore ca.
Costo: 20 €
Guida Parco: Marco Triches, Balza del Sole
Iscrizione obbligatoria
Pranzo al sacco

Sabato
30
ottobre

I disegni di Piero Rossi

Forzèla de i Tór, Talvéna – Tesa (Schiara) – Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi
Escursione lungo i versanti meridionali del gruppo della Schiara, rivolta alla conoscenza del patrimonio culturale, storico e sentieristico delle montagne di Belluno.
L’escursione ha lo scopo di favorire la scoperta del territorio attraverso l’opera, soprattutto grafica, di Piero Rossi, uno dei principali ideatori di un Parco Nazionale sulle nostre montagne.
I materiali cartografici ed i disegni utilizzati nel corso dell’escursione fanno parte del fondo Piero Rossi, un progetto della Fondazione Giovanni Angelini – Centro Studi sulla Montagna e del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.
Agli escursionisti verranno fornite una tavola cartografica del territorio e il disegno di Piero Rossi preso in esame.

Ritrovo: Bolzano Bellunese (Belluno) ore 12:00
Rientro: ore 17:00 circa
Difficoltà: E (escursionistico)
Dislivello in salita: 800 m ca.
Durata: 5 ore
Costo: 20 €
Guida Parco: Marco Triches, Balza del Sole
Iscrizione obbligatoria
Pranzo al sacco

Domenica
31
ottobre

Il Bus de le Néole

Monti del Sole – Piz de Mezodì – Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Escursione impegnativa, per dislivello e caratteristiche del percorso, nel gruppo montuoso del Piz de Mezodì. Ambienti solitari e d’alta quota.
Con partenza in località I Castei, l’itinerario prevede il passaggio per il forte di San Martin, il Pianàz e il bivacco Le Mandre (quota 1340 m ca.) lungo il sentiero tematico de “La montagna dimenticata”. Per tracce, tagli tra i mughi e il sentiero CAI 874 si raggiunge in quota 1800 metri il caratteristico Bus de le Néole (una sorta di camino naturale di 200 metri che favorisce il transito di nuvole dalla Val Pegolèra)
Rientro per le miniere di Valle Imperina e la parte terminale della “Via degli Ospizi”.
“È chiamato Bus de le Neole (Buco delle Nuvole) perché, specie dopo le piogge, è facile vedere nebbia e vapori, che dalla Val Pegolèra sbucano alla forcella attraverso il foro.” (E. Castiglioni).
Le dimensioni del fenomeno, originato verosimilmente da crolli successivi su frattura carsica preesistente, sono invero colossali: quota del foro d’uscita superiore 1780 m ca.; diametro 20 m ca.; quota del pianoro presso la parete basale interna 1650 m ca.. “Monti del Sole e Piz de Mezodì”, Antologia a cura di Pietro Sommavilla e Luca Celi.

Ritrovo: La Muda (La Valle Agordina) ore 7:00

Rientro: ore 14:00 circa
Difficoltà: EE (Impegnativo)
Dislivello in salita: 1300 m ca.
Durata: 7 ore
Costo: 20 €
Guida Parco: Marco Triches, Balza del Sole
Iscrizione obbligatoria
Pranzo al sacco

Lunedì
1
novembre

Geografia remota: Casera Belavàl

Valle del Mis – Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Escursione cartografica nella Val Falcina e sui promontori della Róa Bianca (Val del Mis), gruppo Agneléze, Erèra, Pizzòcco.

L’escursione fa parte di un progetto per lo studio, la conoscenza e il monitoraggio delle antiche vie di transito e dei sentieri adoperati dai valligiani bellunesi nella loro vita quotidiana. Una vasta rete sentieristica, con alterne fortune, è tutt’ora rintracciabile nelle montagne. Le escursioni cartografiche sono un’esperienza del nostro patrimonio montano; un momento di studio tecnico di topografia, cartografia, orientamento; e uno strumento di monitoraggio dello stato attuale delle reti sentieristiche storiche.

Agli escursionisti verranno fornite tavole cartografiche del territorio.

L’itinerario prevede la lettura di alcuni brani e l’utilizzo del materiale cartografico presente nel volume “Agneléze, Erèra, Pizzòcco. Monti della destra Mis”, a cura di Pietro Sommavilla e Paolo Bonetti, Fondazione Giovanni Angelini – Centro Studi sulla Montagna, 2017.

Ritrovo: Località Pian Falcina (Sospirolo) ore 09:00
Rientro: ore 14:00 circa
Difficoltà: E (escursionistico)
Dislivello in salita: 600 m ca.
Durata: 5 ore
Costo: 20 €
Guida Parco: Marco Triches, Balza del Sole
Iscrizione obbligatoria
Pranzo al sacco

Informazioni e prenotazioni:

3281834019 

marcotriches@gmail.com

Informazioni e prenotazioni: 3281834019 – marcotriches@gmail.com