Attività formativa con ITIS “G. Segato” di Belluno

Formazione e laboratori a cielo aperto su gestione di reflui e rifiuti organici e uso di risorse idriche ed energetiche in contesto alpino, curate dai collaboratori della Fondazione e di “Ingegneria senza frontiere”: conoscenze tecniche avvicinano i ragazzi al significato etico dell’impianto, esempio di economia circolare, e con gli aspetti di rigenerazione delle risorse e di turismo responsabile nel contesto delle Dolomiti bene UNESCO al valore unico del luogo; a maggio 2021 hanno partecipato alcune classi IV e V dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “G. Segato” di Belluno con riferimento alle specifiche materie di indirizzo.

 

Scarica i PDF delle presentazioni

Energianova

È un progetto sperimentale nato nel 2006 che ha messo in atto una forma di gestione dei reflui e dei rifiuti organici prodotti nei rifugi alpini, mediante la combinazione di digestione anaerobica e fitodepurazione. Il sistema si basa sulla separazione dei reflui all’origine, che vengono inviati al digestore e alle vasche di fitotrattamento con piante autoctone.
Il progetto è stato realizzato dalla Fondazione Giovanni Angelini – Centro Studi sulla Montagna in collaborazione con l’Università di Padova, il Comune di Forno di Zoldo (ora Val di Zoldo), il Club Alpino Italiano – Sez. di Val di Zoldo, con il sostegno della Fondazione Cariverona, del Consorzio BIM Piave e dell’Istituto Nazionale della Montagna.
energianova

PILLOLE DI SOSTENIBILITÀ

Da quasi 15 anni eseguiamo trattamenti semplici con costi ridotti di realizzazione e di gestione operativa.
I rifiuti organici e i reflui liquidi vengono convertiti in metano ed acqua depurata.
I reflui vengono depurati e non più scaricati nell’ambiente naturale delle Dolomiti.

Il progetto Energianova al Festival dello Sviluppo sostenibile

Sabato 26 e domenica 27 settembre 2020 la Fondazione G. Angelini porterà l’esperienza “Energianova” per “Villaggi degli alpinisti, turismo e identità montana” al Festival dello sviluppo sostenibile 2020 di ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, in Val di Zoldo.

I temi: organizzazione turistica, strategia per la sopravvivenza dei villaggi montani, ruolo del villaggio turistico come presidio ambientale e culturale. Potrete conoscere il progetto del Rifugio Casera Bosconero: presidio culturale e ambientale e promotore di innovazione ed economia circolare.

PROGRAMMA

Sabato 26 settembre 

ore 15.30 Saluti da parte delle autorità:

ore 16:30 Intervento di Luciano Forlani – Segretariato Asvis

ore 16.45 Intervento di Lorella Franceschini – Presidente Generale CAI

ore 17:00 I Villaggi degli Alpinisti del CAI. Relatore: Alberto Ghedina – Consigliere centrale CAI

ore 17:30 Verso una nuova organizzazione turistica. Relatrice: Catie Burlando – Etifor, spin-off dell’Università di Padova.

ore 18:00 Muoversi in montagna: Una strategia per la sopravvivenza dei paesi di montagna

ore 18:30 Presentazione Progetto Energianova: Buone pratiche per la cura dell’ecosistema. Relatrice: Anna Angelini – Fondazione Angelini

Domenica 27 settembre

ore 8:00 Escursione al Rifugio Bosconero 

Tavola rotonda all’aperto sul tema: I villaggi degli Alpinisti per un turismo sostenibile: il ruolo del Rifugio come presidio ambientale e culturale – moderatore Bepi Casagrande – partecipano:

Raffaele Marini – presidente Commisione Centrale Tutela Ambiente Montano CAI

Giuliano Cervi – presidente Comitato Scientifico Centrale CAI

Giacomo Benedetti – presidente Commissione Centrale Rifugi e Opere Alpine CAI

Marcella Morandini – direttore Fondazione Dolomiti UNESCO

Visite guidate all’impianto Energianova con: Anna Angelini, Davide Tocchetto, Marta Crivellaro – Fondazione Angelini

ore 13:00 Polenta per tutti – offerta dall’Organizzazione

ore 14:30 Rappresentazione teatrale dell’Associazione culturale Mont de Vie

ore 16:00 Conclusione della manifestazione e rientro 

(In relazione alle condizioni meteorologiche il programma potrebbe subire delle variazioni)

Il progetto è realizzato in collaborazione con

Con il sostegno di