Bivacco sulla Cima De Gasperi

Vi proponiamo il racconto di Giovanni Angelini del durissimo bivacco vissuto durante la prima ascensione alla quota 2922 della Civetta compiuta nei giorni 26 e 27 luglio 1928 con l’amico alpinista Marcello Canal.

La lettura è di Loris Tormen e gli acquarelli sono tratti dall’Albo “Estate 1907” di Napoleone Cozzi a testimonianza delle operazioni di ricerca e recupero della salma di Giuseppe De Gasperi caduto sul “Giazèr” durante il suo sfortunato tentativo il 30 luglio 1907 (Per gentile concessione del Civico Museo del Risorgimento di Trieste).

Le difficoltà e le asprezze affrontate erano ripagate dall’amore immenso che Giovanni Angelini aveva per le “sue” montagne, che oggi vive ancora in tutte le attività/tutto quello che fa la Fondazione, con la stessa passione e lo stesso amore per il nostro territorio.