I corsi VDU

I corsi VDU 2014-03-12T09:30:00+00:00

schiaraI Corsi di formazione VDU secondo le linee guida della Fondazione Dolomiti UNESCO

In continuità con quanto già realizzato, i corsi sono rivolti a tutti coloro che, come rappresentanti e abitanti del territorio dolomitico, desiderano informarsi sulle opportunità di sviluppo e le ricadute socio-economiche ad essa conseguenti e le responsabilità che la tutela di tale patrimonio comporta. E’ importante, infatti, stimolare i partecipanti a divenire essi stessi fautori di un’informazione corretta sul territorio o addirittura promotori di iniziative coordinate, che favoriscano la partecipazione attiva della popolazione e la valorizzazione dell’area dolomitica, secondo i paradigmi del piano di gestione del Bene UNESCO. Saranno rivolti a: insegnanti, educatori e istruttori del CAI, amministratori e dirigenti dei Comuni, delle Comunità Montane, dei Parchi, delle Regole, della Provincia, dell’ARPAV, addetti all’ospitalità, tra i quali gestori di alberghi, Bed&Breakfast e Rifugi, operatori turistici e delle Pro-Loco guide ambientali e naturalistiche,  maestri di sci, operatori museali, guardie provinciali, forestali e addetti a Parchi, rappresentanti di associazioni con finalità di tutela ambientale e di valorizzazione del patrimonio montano.

A seconda del target di ciascun corso di formazione, le azioni formative sono sviluppate in modo differenziato, così da affrontare le sfide e le opportunità specifiche di ciascuna realtà locale in cui si svolge il corso, pur tenendo presenti gli assi portanti del piano di gestione (conservazione, comunicazione, valorizzazione). Ciò presuppone che i docenti/relatori dei corsi abbiano una conoscenza approfondita dei temi legati al Bene Dolomiti UNESCO e contemporaneamente siano consapevoli della storia, della cultura e delle problematiche della vallata montana in cui il corso viene impostato.

I corsi programmati nel 2012 sono stati indirizzati innanzitutto agli operatori economici (primavera) – tipo A – e ai decisori/amministratori locali (quelli che in “Linee guida” sono chiamati operatori tecnici) – tipo B. Ad essi si accompagnava un Corso di approfondimento sull’ambiente montano, su uno dei 9 sistemi dolomitici o parte di esso, svoltosi in modo itinerante nell’arco di 3 giorni, con escursioni sui luoghi, riservato a formatori, come insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, formatori CAI e guide ambientali e naturalistiche, e che si è avvalso della collaborazione di enti con finalità scientifiche sulla montagna e di promozione sociale in montagna, già operanti da tempo nei luoghi prescelti (CAI, SAT, Musei delle Scienze o Etnografici, Associazione Insegnanti di Geografia, Dipartimenti universitari, Parchi).

Il modulo di due corsi di base (più due) stanziali con target diverso, e un corso itinerante di approfondimento di 3 giorni, è stato poi riproposto nel 2013.

Temi dei Corsi stanziali tipo A: Storia e significato della candidatura Dolomiti UNESCO (in breve), caratteri distintivi del paesaggio dolomitico, pianificazione delle diverse tipologie del paesaggio dolomitico, problematiche dello sviluppo economico locale in relazione ai cambiamenti climatici e alla Green economy, strategie e azioni di comunicazione per la valorizzazione del Bene, costruzione di circuiti dolomitici, le filiere produttive legate alla montagna, le tecnologie della montagna

Temi dei Corsi stanziali tipo B: Storia e significato della candidatura Dolomiti UNESCO (in breve), caratteri distintivi del paesaggio dolomitico, pianificazione delle diverse tipologie del paesaggio dolomitico, valutazione della carrying capacity, adattamenti alla trasformazione del paesaggio naturale per ragioni climatiche e per ragioni economiche, fruizione dei luoghi del Bene secondo le linee dello sviluppo sostenibile (presentazioni di casi-studio: buone pratiche) strategie e azioni di comunicazione per la valorizzazione del Bene, costruzione di circuiti dolomitici, le filiere produttive legate alla montagna, le tecnologie della montagna.