Il popolamento delle Alpi nord-orientali tra Neolitico ed Età del bronzo

//Il popolamento delle Alpi nord-orientali tra Neolitico ed Età del bronzo

Il popolamento delle Alpi nord-orientali tra Neolitico ed Età del bronzo

0,00

Categoria:

Descrizione

Bevölkerungs – und Besiedlungsgeschichte in den Nord-Ost-Alpen zwischen Neolithikum und Bronzezeit

Human Landscape in the North-Eastern Alps between the Neolithic and Bronze Age

A cura di: Giovanni Leonardi

Fondazione G. Angelini

Sommario:
“Contatti tra il sud e il nord delle Alpi in epoca antica”: questo l’ambito tematico dell’Interreg III A Italia-Austria, progetto cofìnanziato dall’Unione Europea, in cui si inserisce il presente lavoro riguardante la preistoria recente e la protostoria antica del Bellunese, dal Neolitico alla prima Età del ferro (5000-800 a.C. circa). Promosso dalla Fondazione G. Angelini di Belluno, con il comune e la provincia di Belluno e le Comunità Montane Agordina e Centro Cadore, il lavoro è stato condotto, grazie anche al prezioso appoggio degli Amici del Museo di Belluno, dall’equipe del prof. G. Leonardi dell’Università di Padova, coordinatore del progetto in collaborazione con la sovrintendenza per i beni archeologici del veneto. II progetto Interreg ha avuto come obiettivo l’analisi delle modalità del popolamento antico del territorio bellunese, al fine di comprenderne le dinamiche interne e i rapporti di contatto, interscambio o anche di “assenza di dialogo” con le aree geografiche confinanti, tanto in relazione all’arco alpino quanto alla prospiciente pianura padano-veneta. Lo strumento ideale per raggiungere un primo obiettivo, vale a dire quello della registrazione e organizzazione dei dati disomogenei forniti dallo stato delle ricerche pregresse, è stato individuato nella progettazione e realizzazione di un G.I.S. (Geographic Information System), vale a dire un sistema geografico computerizzato concepito per schedare, immagazzinare, analizzare e visualizzare ogni genere di dato all’interno di una cartografia informatizzata. A questo fine è stata elaborata ed inserita nel sistema una scheda informatizzata nella quale sono stati caricati, avvalendosi di codici prestabiliti, tutti i dati relativi ad ogni singolo sito archeologico della provincia, ricavati sia da quanto edito nella letteratura specialistica e divulgativa sia da una serie di analisi dirette compiute dagli operatori sul campo. I testi sono in italiano e tedesco, mentre l’introduzione e le didascalie sono tradotte anche in lingua inglese.

CONTRIBUTO LIBERO

Per ordini contattare la Segreteria

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il popolamento delle Alpi nord-orientali tra Neolitico ed Età del bronzo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *