Mes Alpes à moi – Civiltà Storiche e Comunità culturali delle Alpi

//Mes Alpes à moi – Civiltà Storiche e Comunità culturali delle Alpi

Mes Alpes à moi – Civiltà Storiche e Comunità culturali delle Alpi

25,80

Nel giugno 1996 è stata tenuta a Belluno, promossa dalla Fondazione Giovanni Angelini una Conferenza internazionale sul tema “Civiltà storiche e comunità culturali delle Alpi”, alla quale hanno partecipato eminenti personalità. Obiettivo della conferenza era conferire un valore centrale all’uomo e alla sua esistenza nelle Alpi, dando risalto e voce alle comunità caratteristiche del territorio alpino. La ricca documentazione emersa dalla conferenza è stata raccolta, con encomiabile impegno e cura da Ester Cason Angelini, in questo ponderoso volume.

Categoria:

Descrizione

A cura di: Ester Cason

Belluno: Fondazione Giovanni Angelini ; Regione del Veneto, c1998 . – 446 p. : ill. ; 29 cm.
ISBN 88-86106-07-6

Riassumere il contenuto del volume nel breve spazio disponibile è praticamente impossibile, se non riportandone l’indice.

Nella prima Sessione “Diversità e unità delle comunità culturali storiche delle Alpi”:

P. George “Le Alpi nella prospettiva attuale”; P. Guichonnet “La complessità del mondo alpino”; V. A. Cerruti “Variazioni climatiche e conseguenze sulla vita e l’attività delle popolazioni alpine”; G. Zanon “Un secolo di studi sulle fiuttuazioni dei ghiacciai alpini e loro recenti tendenze evolutive”; J.F. Bergier “L’imponanza di una lettura storica del mondo alpino”; L. Zanzi “Per una storia ambientale delle Alpi: un paradigma di avventura nell’incerto (il caso di interazioni tra cultura della foresta e cultura dell’alpeggio); conclude la Sessione il “Riconoscimento di merito per gli studi sulle Alpi a Paul Guichonnet e a Giambattista Pellegrini” con presentazione di M. Bonsembiante e relazione di F. Micelli “Paul Guichonnet e le Alpi”. Nella seconda Sessione: “Lingue e culture alpine: Tradizione e identità linguistica nelle varie forme di comunicazione”: “C. Pult “Introduzione, con riferimento al romancio nel contesto della Svizzera”; G.B. Pellegrini “Popoli e documenti linguistici antichi dell’Italia alpina”; T. Telmon “1 dialetti alpini occidentali”: A. Bétemps “La situazione linguistica valdostana”; J. Kramer “Latinus — ladino. nome di lingua parlata in Italia e nelle Alpi”: A. Zamboni “I dialetti alto-veneti”:;G. Mastrelli Anzilotti “I dialetti trentini con cenni alle parlate mòchena e cimbra”; I. Hausner “Il panorama dialettale tirolese dell’Alto Adige alla luce della storia della colonizzazione”; G. Frau “Le comunità linguistiche friulane”; L. Spinozzi Monai “Comunità slovene nell’area di contatto romanzo-slavo-tedesca”; L. Guglielmi “La problematica ladina in provincia di Belluno”. Nella terza Sessione “Le testimonianze culturali di vita e di lavoro. L’eredità del passato come patrimonio per il futuro”: M. Naprudnik “Introduzione, con riferimento ai Protocolli della Convenzione delle Alpi”; A. Ledlmair “Lo spazio rurale delle Alpi orientali nel mutamento contemporaneo”; A. Niederer “Regimi di successione rurale nei paesi alpini”; J. Mathieu “La popolazione delle Alpi dal 1500 al 1900”; A. Barhic “Opportunità di sviluppo della popolazione sul territorio alpino”; D. Likar “L’identità architettonica: un’uniformità di diversità protagonista nei paesaggi culturali alpini”; E. Rizzi “La cultura insediativa sull’esempio dei Walser”; G.P. Gri “La percezione dei confini in una Comunità di montagna: la comunità larga”;U. Pompanin “Le comunioni familiari montane: ra regoles de Ampezo”; G. Scaramellini “La montagna costruita: organizzazione territoriale, sistemi insediativi, paesaggi culturali nelle Alpi”;M. Peresani “Popolamento e culture tra spartiacque alpino e pianura padana nella preistoria antica”; G. Sellan “Alcune note sulla comunità mòchena’: B. Dolcetta e M. Vedana “Una cultura di frontiera”. Nella quarta Sessione “Forme e strumenti istituzionali di tutela delle comunità culturali storiche delle Alpi, con riferimento alla Convenzione delle Alpi”, dopo l’introduzione di G.C. De Martin (Pres. Magn. Com. Cadorina), sono registrati gli interventi di W. Bordon (Sottosegr. Beni culturali e ambientali), W. Burhenne (IUCN), R. Confalonieri (CNEL), A.M. Scalia (Uil. minoranze etniche), A. Weissen (CIPRA), J.P. Zuanon (CAF). J. Klenner (CAA). A. Salsa (Liguria), M. Busatia (Belluno). G. Guarnieri (CIPDA). A.L. Del Favero (ULSS Belluno). C. Visintainer (Trento) e M. Cordero (Cuneo).

Il volume è riccamente corredato da interessanti immagini, alcune antiche tratte dall’archivio della Fondazione Angelini. Prospetti, cartine e diagrammi.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mes Alpes à moi – Civiltà Storiche e Comunità culturali delle Alpi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *