La sezione antica

//La sezione antica
La sezione antica 2017-08-03T12:47:40+00:00

La raccolta di Giovanni Angelini, corrispondente al “nucleo antico”, costituisce il corpo principale da cui è nata la biblioteca della Fondazione e comprende monografie, periodici, mappe e carte geografiche antiche, stampe, incisioni ed un plastico del 1790. Si distingue per la notevole varietà degli argomenti e la completezza delle opere seriali: sono qui conservate infatti tutte le annualità di riviste alpinistiche italiane (del CAI, della SAT, della SAF) e straniere, ovvero inglesi, francesi, austriache, svizzere, tedesche. Infatti accanto alle guide alpinistiche, dai primordi, ed alla serie completa di pubblicazioni dei Club Alpini, italiani e stranieri, sono collocati diari di viaggio dei pionieri inglesi e tedeschi, studi di storia delle Alpi, da quelli classici ai più recenti, nelle varie lingue, opere di geografia e geologia e di letteratura di montagna.

Il nucleo antico e si segnala inoltre per l’antichità di diverse edizioni datate tra ‘500 (sei le cinquecentine) e ‘700 come: I discorsi di M. Pietro Andrea Matthioli, medico sanese, ne I sei libri della materia medicinale di Pedacio Discoride Anazarbeo, 1555, Vinegia, appresso Vincenzo Valgrisi, in carta filigranata, con miniature e ritratti delle piante dipinti a colori naturali, secondo gli usi dell’epoca trattato di erboristeria e compendio di scienze naturali e umane; o come nel caso di uno dei testi base della glaciologia: l’Histoire naturelle des glaciers de Suisse, pubblicato a Parigi nel 1770. Sono inoltre presenti i volumi del 1723 dello scienziato svizzero Scheutzer, come ΟΥΡΕΣΙΦΟΙΤΕΣ, Helveticus, sive itinera per Helvetiae alpinas regiones facta annis MDCCII…MDCCXI, con incisioni e mappe che testimoniano la conoscenza geografica del tempo.

Le pubblicazioni conservate in questo corpus non solo sono antiche, spesso sono anche rare e curiose per la presenza di ex-libris o dediche particolari, si veda: How to use the aneroid barometer di Edward Whymper, pubblicato a Londra nel 1891, o il volume di Alexandre Dumas Mon voyage en Suisse, pubblicato a Parigi nel 1930; raccolte di stampe o singole incisioni sono contenute in testi di fine ‘800 come Travels amongst the great Andes of the Equator (London1892), spesso arricchiti con ex-libris e annotazioni inedite.

L’ordine mantenuto si configura come testimonianza storica del modo di collezionare e delle scelte precise attuate da Giovanni Angelini: i volumi sono generalmente disposti per area geografica, argomento o tipologia, ciascuno contrassegnato da una collocazione alfabetica.
Nella sezione “K” sono contenuti, tra gli altri, gli scritti di Giovanni Angelini, sia sotto forma di volumi che di articoli, comparsi ad esempio su Le Alpi Venete o Le Dolomiti Bellunesi, da lui stesso rilegati con cura in miscellanea; molti di essi si riferiscono alla nativa Val di Zoldo (da parte della madre, Caterina Panciera Besarel), oppure all’amato Friuli di discendenza paterna e trattano degli aspetti storici, geografici, geologici, alpinistici, toponomastici di queste valli montane.

I volumi conservati nella sezione antica sono suddivisi per pertinenza geografica, nel seguente ordine: A) Svizzera, Alpi Centrali e Associazioni Alpinistiche: Schweizer Alpenclub Jahrbuch; B) Tirolo, Austria e Alpi Nord-Orientali; C) Austria, Associazioni Alpinistiche e Alpi Nordorientali: Zeitschrift d.D.u.Ö.Alpenverein; D) Svizzera, prime pubblicazioni sulle Alpi, esplorazioni, Associazioni Alpinistiche inglesi; E) Italia, Alpi Occidentali, Monte Bianco; F) Svizzera; G) Italia, Alpi Occidentali, Piemonte, Val d’Aosta; H) Italia, Alpi Centrali, Lombardia; I) Francia, Alpi Occidentali, Associazioni Alpinistiche: Montagne et Alpinisme; J) Guide; K) Italia, Alpi Orientali, scritti di Giovanni Angelini; L) Italia, Alpi Orientali, Associazioni Alpinistiche: Bollettino SAT, Bollettino Alpi Giulie; M) Italia, Associazioni Alpinistiche: Bollettino CAI; N) Italia, Alpi Orientali; O) Italia, Alpi Orientali; P) Immagini, carte geografiche, foto; Q) Immagini, carte geografiche, foto; R) Svizzera, Alpi Centrali, Cervino; S) Italia, Alpi Orientali; T) Himalaya e spedizioni extraeuropee; U) Himalaya e spedizioni extraeuropee; V) Flora e Fauna; nella sezione Y) sono compresi scritti sulla montagna di carattere letterario o dedicati alla guerra in montagna

Per consultare i materiali della sezione antica:

Sistema Bibliotecario Nazionale
Manoscritti di Giovanni Angelini, NBM
Catalogo a cura di Andrea Angelini